FANDOM


Caratteristiche fisiche generali

Popolo di alta statura e dalla corporatura generalmente massiccia, pelle color ambra e occhi leggermente a mandorla. I capelli possono variare colore dal nero al castano.

Cultura

Gli Akrāima sono un popolo guerriero e nomade che abita il continente Rewi, sono cacciatori e razziatori. Hanno cattiva fama tra le altre popolazioni e la loro ferocia è ben conosciuta. I guerrieri e i cacciatori Akrāima sono solo uomini, mentre alle donne sono affidate mansioni differenti tra le quali accudire la prole, dedicarsi alla macellazione e alla distribuzione della selvaggina, accudire le tende abitazioni. Raramente usano il commercio, preferendo piuttosto razziare ciò di cui hanno bisogno. La loro società è organizzata in Orde sulle quali esercita assoluta autorità il capo-orda. Gli “Scelti” sono la guardia personale del capo-orda. La successione avviene per combattimento all’ultimo sangue. Gli Akrāima usano un alfabeto runico basilare composto da quindici segni che possono essere combinati tra loro.

Religione

Tre sono le divinità principali:

Akar: protettore dei guerrieri e consolatore delle anime morte;

Hasa: divinità femminile della fecondità, del focolare e protettrice delle donne.

Par: dio del fuoco, del ferro e delle cavalcature.

Non esiste una casta di sacerdoti o similare, in genere gli individui si relazionano con le divinità in maniera personale. I riti sono davvero pochi e più che altro servono per ingraziarsi gli dei prima delle scorrerie, delle battaglie, durante il parto e per chiedere abbondanza di cacciagione o per infondere la potenza divina alle armi forgiate. In questi casi le cerimonie sono presiedute dagli anziani dell’orda.

Usi, costumi e leggi

Ci sono poche cose che gli Akrāima sanno fare bene, le armi, cacciare, fare la guerra e cavalcare sono tra le loro priorità, ma i banchetti dopo le razzie davvero non hanno eguali. Il matrimonio è una pratica poco diffusa, è decisamente più apprezzata la promiscuità e solitamente quando nasce un bambino tra gli Akrāima non si può quasi mai sapere con certezza chi sia il padre. Questo è anche uno dei motivi per cui la successione avviene per combattimento e non è ereditaria. La società Akrāima è prettamente patriarcale.

Culto dei defunti: alla morte un Akrāima viene bruciato su una pira di legna e le sue ceneri disperse al vento, dimodoché il suo spirito, secondo le credenze, possa liberarsi del corpo e salire ai cieli dove terrà compagnia alle divinità. Unica eccezione a questo costume si trova nell’Orda della terra, nel quale i defunti vengono seppelliti alle basi degli alberi più vecchi, sui cui tronchi vengono incise rune che ricordano il loro nome, dimodoché quando il clan si trova a passare nuovamente presso lo stesso albero possa salutare il defunto, che viene creduto ormai parte dell’albero stesso.

Per quanto riguarda le leggi, sono i singoli capi clan a decidere quali azioni sono punibili e non congrue per la società, anche le pene sono decise da loro.

Conoscenza e uso della magia

La magia per gli Akrāima è considerata particolarmente pericolosa, per questo coloro che manifestano interesse per essa, vengono fisicamente allontanati dall’Orda. Questo popolo crede sia un affronto nei confronti delle divinità usare la magia e temono che queste possano punire chi si arroga il diritto di “fare cose da dei”. È questo il motivo principale per cui gli sciamani vengono allontanati, sono obbligati a mantenere una certa distanza dall’Orda (di solito due giorni cavalcando). Nonostante la paura, gli Akrāima credono che questa precauzione basti per chiedere agli sciamani di esercitare la magia, seppur solo in casi estremi e non risolvibili in altra maniera (ovvero con le armi).

La tradizione degli sciamani Akrāima è molto antica e prevede che chi si sente, in età adolescenziale, attratto da questa via, debba allontanarsi dall’Orda e trovare uno sciamano disponibile a impartirgli gli insegnamenti del percorso sciamanico. La parola Akrāima per definire uno stregone, significa letteralmente “colui che ruba i poteri divini”.

Gli sciamani Akrāima, svolgendo pratiche magiche attirano spesso Faerie che possono, a seconda del tipo di entità, causare fortune o sfortune (vedi scheda delle razze). Spesso gli sciamani Akrāima chiamano delle Damine in loro aiuto.

Orde degli Akrāima

Due sono le principali Orde del popolo Akrāima

  • Orda delle teste blu

Particolarità dei guerrieri e cacciatori di questo Clan è la rasatura dei capelli e la completa tatuatura del cranio con disegni tribali blu. L’inchiostro è derivato da particolari bacche.

  • Orda della terra

Il Clan della terra ha la particolarità di essere molto legato al territorio che occupano di volta in volta durante le loro migrazioni nomadi. Hanno un culto particolare per gli alberi e le loro radici.

  • Altre orde

Orde minori in quanto a numero di membri tra cui si possono menzionare per importanza l’Orda delle ossa e l’Orda delle lance lunghe.