FANDOM


Caratteristiche fisiche generali

I Bes sono uomini dalla carnagione chiara, capelli solitamente biondi, rossi o castano chiaro, raramente neri. Gli occhi variano dal grigio all’azzurro al blu, al verde.

Cultura

I Bes abitano il continente Grothan Ur, la parte più fredda del pianeta. Sono nomadi delle steppe e si dedicano alla caccia e alla pastorizia seguendo gli spostamenti delle mandrie di animali selvatici che periodicamente migrano tra la parte più settentrionale e quella centrale del continente. La loro società è retta da un re o da una regina di discendenza patrilineare. Sono anche potenti guerrieri e cavalieri. Le loro abitazioni sono tende di pelle, ricavata dalle loro prede.

Religione

Le loro divinità sono collegate alla natura e le sue manifestazioni. I riti e feste principali sono legate a particolari momenti dell’anno, alle stagioni e allo spostamento delle mandrie. Le festività e i riti religiosi più importanti sono al cambio di stagione (rito della rinascita, corrispondente alla ripresa delle attività della natura; rito della partenza, ovviamente correlato alla partenza per il sud durante la stagione più calda; rito della benedizione dei nuovi nati, riferito ai nati delle mandrie; rito del rosso, si tiene nella stagione in cui le foglie degli alberi mutano colore e il popolo si sposta nuovamente verso nord; rito del riposo, all’inizio della stagione fredda).

Öthen: padre delle divinità e dell’umanità. Signore della guerra, della morte e della conoscenza.

Fregit: dea dell’amore, fertilità e desiderio sessuale.

Belidr: dio della bontà e della pace.

Mag: dio della forza.

Tirögh: dio delle tempeste e del tuono

Hæda: dea della luce, sicurezza e sorveglianza.

Phalkias: spiriti del decoro mortuario (si occupano delle anime dopo la morte, sono raffigurate come guerriere).

Anrir: demone della distruzione.

Hėött: dio dell’inverno.

Usi e costumi

I Bes seguono nei loro spostamenti le stagioni e le mandrie selvatiche di animali. Oltre alle festività religiose, durante l’anno i Bes celebrano la festa del Re e della Regina e la festa della Magia.

Conoscenza e uso della Magia

I Bes hanno un rapporto particolare con la magia. Stregoni, streghe, maghi e maghe sono riconosciuti dalla popolazione come esseri particolarmente abili, spirituali, in contatto con le divinità e gli spiriti della natura ed estremamente pericolosi. I Bes rispettano e temono chi pratica la magia e soprattutto gli stregoni e le streghe (i maghi e le maghe vengono per lo più considerati solo studiosi di questi fenomeni) e sono pochi gli individui in grado di avvicinare persone così pericolose, in primis alcuni sacerdoti, ma la probabilità di rimanere immuni al cosidetto “fascino” emanato da tali individui sconsiglia anche loro di rimanere in loro presenza per lungo tempo. Altre persone che possono avvicinare streghe e stregoni sono guerrieri particolarmente abili nel mantenere integre le loro facoltà intellettuali; giovani sia maschi che femmine la cui integrità morale non sia ancora stata deviata dalla vita da adulto e alcune persone che si dice nascano con il dono di poter dominare il “fascino”, per cui ne sono assolutamente immuni. Streghe e Stregoni, a differenza dei maghi e delle maghe, non sono considerati studiosi della materia magica, ma potenti individui in grado di maniferstare la propria potenza tramite incantesimi. Le leggende Bes, narrano che esistono varie specie di Streghe e Stregoni, alcuni addirittura si dice possano cambiare forma, altri possiedono pelle di serpente e si dice parlino con gli animali volanti, altri ancora pare siano in grado di far sprofondare un’intera isola negli abissi, se coloro che vi abitano sopra li offendono. Si narra inoltre che le maledizioni di Streghe e Stregoni siano terrificanti e coloro contro i quali vengono scagliate non sono in grado in nessun modo di evitarle, nemmeno tramite incantesimi di maghi o rituali di sacerdoti.

Mentre maghi e maghe vivono assieme al resto della popolazione, streghe e stregoni hanno l’abitudine di isolarsi dal resto delle persone e non fanno parte di alcuna tribù. Pare, nonostante la loro propensione a spostarsi tra luoghi che sono considerati stregati, che abbiano l’abitudine di avere una fissa dimora in qualche parte di una foresta o grotta o qualsivoglia luogo isolato.

Si evince da tutto ciò che per la maggior parte della popolazione Bes la magia è solo un qualcosa di inavvicinabile, a causa della difficoltà della materia e dalle complicazioni che potrebbero nascere dall’avvicinarsi soprattutto alla magia stregonesca. Nonostante ciò tutti credono e rispettano l’aspetto magico della vita e delle creature ad essa predisposte.

Tra i Bes vi è una differenza tra stregoni-streghe e maghe-maghi. Secondo la visione Bes I secondi sono individui che studiano a fondo la magia e sono in grado di produrre incantesimi, mentre i primi vengono visti come creature semi-sovrannaturali o comunque con poteri particolari che spontaneamente fanno uso di magia. In realtà non è così, le streghe e gli stregoni sono spesso se non sempre tushicidi solitari o che vivono in gruppi di due o tre individui (molto raramente di più) e che utilizzano sia il loro aspetto e la loro abilità nel mascherare i loro riti magici per accaparrarsi potere tra questa popolazione.

Clan dei Bes

I clan dei Bes sono innumerevoli e composti da alleanze di famiglie. Elenchiamo qui e descriviamo brevemente i più significativi.

  • Teste cornute: il clan delle teste cornute prende il nome dal copricapo che indossano i guerrieri del clan.
  • Barbe rosse: il nome è ovvio derivi dal fatto che gli uomini di questo clan portino lunghe barbe tinte di rosso quando i loro peli sono di altro colore.
  • Pelle nera: così si chiamano e si fanno chiamare gli appartenenti a questo clan, che si dipingono il volto e le parti esposte della pelle di nero, sia per cacciare che durante le battaglie.
  • Popolo del ghiaccio: è il clan che occupa la regione più meridionale rispetto agli altri.
  • I guerrieri della luce: clan che ha una particolare venerazione per la dea Hæda.