FANDOM


Fondato sulle spoglie delle civiltà drillìmoni, il Despotato Sarthassanide è stata la più estesa e diffusa società di derivazione rettiliana del II millennio dAh attiva nella Realtà, arrivata in più occasioni vicina a divenire un vero e proprio impero interplanetario, prima di essere distrutta dagli stessi ofiosauri che ne avevano causato la creazione.

Storia

Fondazione

La fondazione del Despotato Sarthassanide affonda nella leggenda. Come per molte storie di derivazione rettiliana è difficile separare la realtà dalla menzogna, ma la maggior parte degli studiosi concorda nel porre la sua creazione nel 1558 dAh, un anno dopo l'arrivo di Sarthassan nella Realtà.

Il leggendario hyforaptor, evocato da alcuni maghi della Congregazione Wllmarica, un influente governo drillìmone, e incaricato di salvare il pianeta dall'imminente collasso, impiega un solo anno per raggruppare intere comunità drillìmoni e, con l'aiuto del Faerie Barcolenio, trasporta un ingente numero degli indigeni in un nuovo mondo, disabitato e compatibile alla loro biologia. Il nuovo mondo, situato nel sistema viriano, viene battezzato Sarthassia e l'hyforaptor usa i propri poteri per mettervisi a capo, fondando quello che sarà noto come il Despotato.

Tirannia di Sarthassan (1558 dAh -1568 dAh)

Sarthassan governa sui profughi drillìmoni per circa dieci anni, durante i quali sperimenta sulle creature, dando vita ai primi drll't, e importa altri umanoidi e tushicidi dalla Surrealtà per i propri bisogni. La sua scomparsa è avvolta nel mistero: secondo alcuni Barcolenio, rivoltatosi contro di lui, avrebbe trascinato l'ofiosauro a Faerie, secondo altri lo stesso Sarthassan si sarebbe annoiato e avrebbe abbandonato il neocreato regno al proprio destino.

Puerocrazia Fierfèrica (1568 dAh - 1600 dAh)

Alla scomparsa di Sarthassan, il Despotato viene ereditato dalla sua prole, un vorace branco di fièrferi infanti. Durante il primo anno di successione, diversi partiti tra i drillìmoni tentano di ribellarsi e assassinare le creature, ma non sono in grado di contrastarne gli eserciti di hekanociani, drll't e broggan. I fièrferi, seguendo i propri istinti, lottano inizialmente fra loro per la supremazia, ma la loro età e il rischio dei drillìmoni ribelli li portano alla fine a raggiungere un delicato stato d'equilibrio.

Ritrovato uno stato di pace apparente, il Despotato riprende a stringere la propria stretta sui propri sudditi, rimasto quasi del tutto isolato dalla Surrealtà a seguito della scomparsa del suo fondatore, che non aveva rilevato alcun segreto arcano ai propri discendenti.

Nel corso degli anni, il governo dei figli di Sarthassan va centralizzandosi, man mano che i fièrferi si riducono in numero. Gli storici parlano per questo periodo di un governo puerocratico: in più occasioni, nel momento in cui uno dei figli arriva vicino alla maturità o sembra acquisire autorità sugli altri, il resto della covata si coalizza per assassinarlo. Questo rituale prosegue per poco più di trent'anni, a seguito dei quali solo uno degli ultimogeniti è sopravvissuto, Cssuntoh.

Tirannia di Cssuntoh (1600 dAh - 1620 dAh)

Cssuntoh, ormai adolescente alla morte del suo ultimo fratello, si proclama unico vero erede di Sarthassan e, sterminati i tushi da loro generati, ancora infanti, pone fine al ciclo, dando vita a nuova progenie solo dopo aver raggiunto la piena maturità.

Il regno di Cssuntoh è caratterizzato da paranoia e grandi stermini di drillìmoni kmon-kmon. Quando il tiranno muore nel 1620 dAh, soccombendo al proprio torpore di vecchiaia, abbandona il Despotato ad una prole ancor più numerosa di quella prodotta dal suo genitore.

Infestazione di Cssuntoh (1620 dAh - 1623 dAh)

La morte di Cssuntoh non pone del tutto fine al suo regno. Per alcuni anni, nonostante il cadavere mummificato del fièrfero giaccia nel cuore del suo labirintico palazzo a Sarthassia, lo spirito del tiranno continua a vagare per il suo regno, tormentando i suoi eredi e continuando a dare ordini ai suoi schiavi hekanociani e broggan. La follia paranoica dalla quale lo spirito è posseduto sembra sul punto di portare il Despotato al tracollo, ma è anche la spinta motrice che porta i figli del defunto tiranno a coalizzarsi piuttosto che complottare fra loro e a ricercare incantesimi e rituali per contrastarne l'influenza, attingendo sia ai rimasugli della tradizione magica drillìmone, sia ai pochi contatti ancora rimasti con gli Arconati.

Cabala Mistica (1623 dAh - 1707 dAh)

Nel 1623 dAh, i figli di Cssuntoh riescono finalmente a esorcizzarne lo spettro, liberandosene per sempre. Ormai in accordi fra loro, gli stregoni hiki-tushi decidono di continuare a governare come una cabala, complottando per conoscenza e influenza piuttosto che per eliminare violentemente i propri fratelli e sorelle.

Nei primi anni la Cabala Mistica prospera grazie alla propria attitudine, intrecciando nuovi contatti con gli Arconati, sopprimendo ulteriormente i deboli tentativi di ribellione dei drillìmoni e perfezionando il rituale di vincolazione nella creazione dei drll't. Col passare degli anni, però, la nuova e ancor più numerosa generazione di hiki-tushi, prodotti dagli stregoni, comincia ad invidiarne la posizione e la conoscenza arcana, che la maggior parte dei cabalisti mantiene gelosamente segreta anche ai propri figli.

Diverse nuove scuole di pensiero e sette mistiche vanno formandosi nella nuova classe sociale costituita dai figli dei cabalisti, al punto che, alcuni tra loro, combinate le conoscenze tecnologiche tramandate da schiavi drillìmoni al riciclo di locali rovine progenitrici, solcano le stelle nel 1639 dAh, entrando in contatto con l'Impero Cliastride dei mesomorfi di Viran e svolgendo per loro conto missioni mercenarie contro gli csem-nrii. Aprendosi alla società interstellare dei cliastridi, questi primi avventurieri acquisiscono fama e fortuna, e crescono in numero. Anche a seguito della caduta dell'Impero Cliastride pochi anni dopo, nel 1653 dAh, gli avventurieri hiki-tushi continuano a prosperare, affiliandosi a razziatori E’hhiròhh, collezzionisti degli Arconati ed altre fazioni minori per mantenere costanti le loro entrate.

Nel 1663 dAh, Sarthassia viene attaccata dagli csem-nrii e gran parte della Cabala Mistica viene distrutta. Gli stregoni superstiti sono in grado di respingere la forza d'invasione, ma sono costretti a deliberare in favore di un esodo, affidandosi alla loro progenie mercenaria per trasferire l'intera popolazione di Sarthassia su una flotta autosufficiente.

Nel 1670 dAh, mentre gli zeon e gli csem-nrii si combattono per il dominio sul teletrasportatore planetario, i sarthassanidi abbandonano il loro pianeta e s'infiltrano tra le flotte nemiche, raggiungendo e adoperando il teletrasportatore Phokalyd per abbandonare il sistema. Per trent'anni, la Cabala Mistica continua a guidare i sarthassanidi, ridotta sempre più in numero, governando una popolazione sempre più estesa, e sempre più dipendente dal supporto dei tushi avventurieri, che, a loro volta, hanno iniziato a fondare le proprie sub-dinastie e scuole di guerra e astronavigazione.

Tra il 1706 e il 1709 dAh i sarthassanidi tentano quello che è noto come il Primo Notturno dei Tlaecani, un tentativo d'invasione della stazione Elechira, a quel tempo sotto il controllo dell'Impero Tlaecano, per il quale avevano già lavorato in passato in termini amichevoli. Per quanto l'invasione abbia successo, si rivela fatale per la Cabala Mistica.

Triumraptorati Arcaici (1707 dAh - 1988 dAh)

Cr'clanntri, Rra'vftikoh, Nnsurah (1707 dAh - 1784 dAh)

Nel 1707 dAh, nel pieno della guerra contro i claecana di Faraolchi, un trio di comandanti hiki-tushi orchestra l'assassinio degli ultimi cabalisti ancora viventi, prendendo comando diretto delle forze sarthassanidi, guidandole alla vittoria e prendendo tutto il merito per la conquista della stazione Elechira.

Definitisi Triumraptori, i tre nuovi autarchi riorganizzano la società del Despotato intorno alle proprie persone, facendosi venerare dai loro sudditi e stabilendo la loro corte nella stazione Elechira. Nonostante i Triumraptori, in particolare Cr'clanntri, cerchino di preservare e studiare la conoscenza arcana della Cabala, il livello di capacità magiche dei sarthassanidi non raggiungerà mai più quello dei secoli passati, adattandosi sempre più alle forme di superstizione e tecnomagia perpetuate dalle generazioni successive.

Con accesso alla singolarità dell'Elechira, il Despotato è in grado di estendere in pochi decenni la propria influenza su numerosi sistemi. A differenza dei precedenti occupanti, i Triumraptori non hanno alcun interesse nel colonizzare nuovi pianeti, adoperando la singolarità per saccheggiare qualunque preda sia degna della loro attenzione, raggiungendo il picco del proprio potere.

I numerosi nemici accumulati a seguito delle loro campagne distruttive portano infine i sarthassanidi ad essere esiliati dalla stazione Elechira nel 1762 dAh, a seguito di un feroce scontro a cui prendono parte, tra gli altri, tlaecani, zeon e ghepprin.

Per quanto il potere e le truppe schiave accumulate permettano ai Triumraptori di rimanere al potere anche a seguito della catastrofica sconfitta, il delicato equilibrio tra i tre despoti viene infranto. Cr'clanntri in particolare, il più esperto in materie arcane tra loro, inizia a sospettare sempre più di una coalizione da parte degli altri due Triumraptori, specialmente dopo la loro prima covata insieme.

Nnsurah è la prima a morire in circostanze sospette nel 1777 dAh, seguita pochi anni dopo da Rra'vftikoh, già sul punto di dichiarare guerra aperta a Cr'clanntri.

Ormai vecchio e intorpidito, l'ultimo Triumraptoro si ritira in un vascello astronavale privato pochi anni dopo, eleggendo tre successori tra i propri figli. Cr'clanntri, pur avendo l'opportunità di eliminarli, decide di lasciare in vita le progenie dei suoi due rivali, di modo che la minaccia da loro costituita costringa i nuovi Triumraptori a collaborare fra loro.

Crè'clth, Graaknatr, Pruushnih (1784 dAh - 1842 dAh)

I tre fratelli che succedono a Cr'clanntri nel secondo Triumraptorato si ritrovano a combattere per molti anni fazioni guidate da altri rampolli sarthassanidi, ma l'influenza del Despotato in esilio non ne risente troppo. Diverse proposte riguardo nuovi luoghi in cui stabilirsi vengono ostinatamente rigettate dai Triumraptori, interessati soltanto al recupero della stazione Elechira.

Sfortunatamente, le preparazioni della nuova forza d'invasione non riescono ad essere ultimate prima che Crè'clth muoia in battaglia e Graaknatr sia rapito dagli Intangibili. Pruushnih, resosi conto di non poter continuare a guidare da solo il Despotato, rende due sue compagne Triumraptore.

Pruushnih, Mraachathi, Zrkterih (1842 dAh - 1935 dAh)

Il terzo Triumraptorato, il più lungo nella storia del Despotato, assume un atteggiamento più territoriale nelle proprie campagne militari, iniziando a costruire basi sulla superficie di alcuni dei pianeti razziati. Pruushnih desidera dare inizio ad una produzione di astronavi, di modo da facilitare il trasporto della crescente popolazione. Il numero di hiki-tushi del Despotato, continuando a crescere a ritmo superiore a quello dei drillìmoni schiavi al loro servizio, porta ad una ulteriore crisi sociale, che, alla morte per vecchiaia di Pruushnih, Mraachathi e Zrkterih tentano di risolvere imponendo la pena di castrazione per criminali tushi di vario tipo.

Mraachathi muore a sua volta nel 1922 dAh, uccisa da uno dei suoi compagni. Zrkterih continua a regnare come unica Triumraptora fino al 1934 dAh, quando si decide finalmente a scegliere i propri eredi prima di ritirarsi. Per dispetto nei confronti della propria progenie, con da cui era stata ostacolata nel suo ultimo decennio di governo, sceglie come successivo trio dei sarthassanidi tra i suoi concubini.

Trvutoh, Ps'n'ntrath, Crrtikah (1935 dAh - 1988 dAh)

Il quarto Triumraptorato annulla molte delle leggi dei propri predecessori, concedendo alla popolazione tushica di riprendere a crescere e provvedendo invece a stratificarla in più caste sociali.

Ascesi in giovinezza, i tre Triumraptori si dimostrano capaci e potenti a sufficienza da rimanere al potere per lungo tempo, continuando a sovvenzionare la ricerca e lo sviluppo militare del Despotato, che, seppur decentralizzato a causa delle loro riforme, dispone di eserciti sempre più estesi.

Finalmente, nel 1980 dAh, dopo più di due secoli, il Despotato tenta un Secondo Notturno contro la stazione Elechira, questa volta confrontandosi con la Fraternità Elechiriana, che nel frattempo aveva sostituito l'Impero Tlaecano come fazione dominante.

Durante questa guerra, che dura circa otto anni, i sarthassanidi riescono ad ottenere l'aiuto degli stessi tlaecani, ma, nonostante i numerosi sforzi e le truppe impiegate, non sono in grado di riconquistare la stazione spaziale fanatonica. Trvutoh muore in battaglia nel 1982, mentre Ps'n'ntrath , ritiratosi nel 1988 dAh, ormai vecchio e intorpidito, viene assassinato da alcuni dei Signori della Guerra cui i Triumraptori stessi avevano dato potere nei decenni passati. Crrtikah, ultimo rimasto, fugge nella Surrealtà con le proprie truppe e ricchezze, per mai più riemergerne.

Oligarchia Guerriera (1988 dAh - 2159 dAh)

Con la scomparsa senza eredi degli ultimi Triumraptori, il Despotato entra in un prolungato periodo di guerra civile tra i condottieri delle nuove caste privilegiate create dal Quarto Triumraptorato. La sua struttura militare si frammenta e i pochi Signori della Guerra in grado di venire a patti sono una minoranza, incapace di controllare le orde di pirati e saccheggiatori in cui si sono scomposti gli eserciti dei loro predecessori.

Solo nel tardo XXI secolo un nuovo fulcro di potere inizia a riprendere forma e consente ad un trio di principi hiki-tushi di organizzarsi insieme a diversi condottieri per tentare un ultimo attacco alla stazione Elechira nel 1957 dAh. La tentata invasione dura solo tre anni e risulta in un altro fallimento, ma viene usata come pretesto dal trio per eliminare la maggior parte dei Signori della Guerra e acquisire i resti dei loro eserciti, consentendo loro di prendere potere quali quinto e ultimo Triumraptorato nel 2159 dAh.

Ultimo Triumraptorato (2159 dAh - 2234 dAh)

Mlccah, Zzrrtekoh, Ct't't'kan (2159 dAh - 2234 dAh)

Gli ultimi Triumraptori prendono il controllo di un governo ormai frammentato e indebolito da guerre intestine e la fallita ultima invasione dell'Elechira.

Nei loro tentativi di ricostruzione e riforma, i Triumraptori intessono nuovi e più fitti contatti con gli Arconati Pseudomateriali, ma questa si rivela una decisione fatale nel 2234 dAh, quando queste nuove alleanze li espongono alle attenzioni della Grande Adunata ofiosauride.

All'arrivo degli ofiosauri nella Realtà, il Despotato tenta di avvicinare uno stregone troophysis per rubarne i segreti, ma l'ofiosauro in questione, ricordato come il Rittrico, risponde eliminando i tre Triumraptori e iniziando a distruggerne sistematicamente le intere discendenze e parentele. Quando il Rittrico finalmente si sente soddisfatto della propria opera e si ritira con centinaia di migliaia di schiavi nella Surrealtà, il Despotato Sarthassanide ha smesso di esistere.

Despotato Neeirithide (2239 dAh - *)

Sono necessari alcuni anni prima che Na'k'k'rt' Neeirith, un hiki-tushi sopravvissuto all'eccidio del Rittrico fuggendo in uno degli Arconati Pseudomateriali, decida di rifondare il Despotato, affidandosi ad una dinastia di ofidiani. Dopo aver donato ai serpentoidi schiavi drillìmoni e le proprie uova, Neeirith riceve le risorse necessarie per riarmarsi e ritornare nella Realtà, dove guida una banda mercenaria razziando e distruggendo mondi per conto degli ofidiani.

Alla sua morte, ciascuno dei suoi discendenti è divenuto Priaptoro di una propria banda di razziatori e parte per la propria strada. Diversi tra loro sono naturalmente interessati ad acquisire sufficiente potere e influenza per assoggettare gli altri e imporsi come nuovo despotato, ma nessuno riesce nell'impresa nei successivi due secoli, lasciando la nuova organizzazione fondata da Neeirith frammentata e di dimensioni ridotte.

Logo-Despotato-Neeirithide

Il Giglio Porpora Incoronato è uno dei simboli più ricorrenti usati dai Priaptori Neeirithidi.

Caratteristiche

Despotato Sarthassanide

Pur essendo stato sotto il controllo di diverse forme di governo, il Despotato Sarthassanide è rimasto nella mentalità comune come una devastante e insidiosa orda di razziatori e opportunisti, centralizzata in un alternarsi di tiranni e triarchi. Durante la sua storia, il Despotato Sarthassanide ha devastato dozzine di civiltà, schiavizzandone e deportandone le popolazioni o integrandole ai propri eserciti di schiavi, di cui i drillìmoni costituivano solo le fondamenta.

Despotato Neeirithide

Soltanto con i Neeirithidi vi è la formazione di un legame più personale tra drll't e condottieri hiki-tushi. Secondo la tradizione imposta dal fondatore, ogni Priaptoro affida le proprie covate a delle creature nella Surrealtà, affinché siano nascoste e al sicuro. Quelli tra le sue progenie che raggiungono l'adolescenza, hanno modo di essere appaiati ad un giovane drillìmone, di cui consumano le cervella, acquisendo così il loro primo schiavo e protettore.

La decentralizzazione e riduzione nel numero di servitori ha portato molti a ignorare il nuovo Despotato, ritenendolo una minaccia minore, ma, di fatto, concentrandosi sulla creazione e addestramento di squadre specializzate, le nuove generazioni di neeirithidi hanno avuto modo in diverse occasioni di superare in efficacia i loro predecessori sarthssanidi, distruggendo civiltà planetarie grazie alla loro superiore conoscenza magica e tecnologica.