FANDOM


Faerie manipolati in passato dagli Alhooel, i ghepprin sono stati tramutati del tutto in creature reali. In precedenza parte dei Cori Celesti, sono stati i primi a disertare in massa, spargendosi e moltiplicandosi in numerosi sistemi.

Biologia e Aspetto

Fisiologia Generale

I ghepprin sono piccoli umanoidi, di dimensioni variabili ma mai più lunghi di un braccio umanoide. Sono creature gracili e delicate, spesso dotate di ali piumate olografiche e placche di metallo fluido sulla loro pelle.

Pelle e dimensioni sono cangianti e non ereditari. Le loro ali non sono in grado di sostenere molto peso aggiuntivo, ma possono trasportarli per lunghissimi periodi senza bisogno di riposo e consentir loro di raggiungere anche velocità considerevoli.

Tutti i ghepprin sono androgini e possiedono genitali sia maschili sia femminili. Possono riprodursi solo con altri ghepprin e sono vivipari. Una gestazione dura solo qualche settimana e il ghepprin neonato raggiunge la piena maturità in due mesi dalla nascita.

I ghepprin comunicano con voci acute e squillanti, il cui suono può rivelarsi troppo intenso per le orecchie di umanoidi di taglia media e tendono ad agire e pensare in maniera molto più accelerata rispetto ad altre specie, al punto da essere a stento visibili in certe condizioni.

Il metabolismo di un ghepprin è estremamente rapido, per contro ciò costringe queste creature a una necessità costante di piccoli pasti, in particolare sostanze zuccherate, come frutta e miele.

Un ghepprin non invecchia mai e non ha bisogno di dormire, ma ha un’aspettativa vitale di mezzo secolo circa, dopodiché il suo corpo inizia a collassare in pochi mesi. A differenza di leselin e luselialen, i ghepprin sono stati resi reali dagli Alhooel stessi e, contrariamente alla credenza comune, non hanno alcun legame con Faerie né affinità magica. Questo luogo comune è sfortunatamente incoraggiato da numerosi Faerie minori che si mascherano da ghepprin prima di imbrogliare e torturare altri umanoidi.

Società

Psicologia e Cultura

I ghepprin sono generalmente considerati da altre creature come irrispettose e fastidiose pesti da eliminare ad ogni occasione buona. Questa reputazione deriva dalla grande curiosità e inventiva di membri di questa specie e la loro difficoltà a seguire regole. Un ghepprin può o meno essere malevolo, ma ha difficoltà a comprendere le preoccupazioni di altri umanoidi o pensarci per un periodo di tempo prolungato. Creature frenetiche e sociali, tendono ad avere difficoltà nel comprendere i concetti di proprietà e spazio privato, vivendo in piccole bande di familiari sempre in movimento. Il loro alto tasso riproduttivo e capacità di sopravvivenza e adattamento ha consentito loro di diffondersi in numerose comunità, a volte anche in maniera paritaria, ma, più spesso che non, una comunità ghepprin può trovarsi o ad essere sfruttata da altre creature o a imbrogliarle, consapevolmente o meno, causandone la collera.

La loro lingua più diffusa è il ghiripna, una serie di strilli e squittii incomprensibili e irriproducibili per molti umanoidi, che un ghepprin può adoperare per pronunciare una dozzina di frasi in pochi secondi.

Religione

I ghepprin tendono ad essere alternativamente animisti o scettici, il concetto di potenti divinità che controllino il loro destino o la loro vita oltre la morte sono difficili da comprendere per loro, rendendo difficile una loro conversione a religioni centralizzate di altre specie.

Alcuni sciami di ghepprin possono arrivare a venerare Faerie minori o Esopici, intrattenendo rapporti con loro in cambio di poteri, ricchezze e conoscenza.

Nomi

 Ogni ghepprin sceglie il proprio nome durante i due mesi d’infanzia, spesso sotto pressione dei due genitori. In aggiunta, ogni ghepprin si identifica col nome del proprio sciame e raccoglie una serie di nomignoli e vezzeggiativi nel corso della propria vita.

Esempi nomi: Clip-clip, Pxixah, Xippi-ru, Impsa-psah, Iggy, Ripply, Cimpero.

Esempi nomignoli: Sottimbuto, Saltagatto, Grande Picchio, Ser Controcorrente.