FANDOM


Il Patto d’Aurora è la più potente e conosciuta organizzazione umana della Regione Alhooel. Fondata per necessità di difesa contro gli intrighi dei tushicidi, si è diffusa ed evoluta in varie forme per poter difendere le persone comuni da tutte le minacce poste da creature magiche e tecnologia instabile progenitrice. Guidata da caste parallele di ricognitori e ricercatori, è divisa in più di cento Capitoli, ciascuno con le proprie tradizioni.

Storia

Fondazione

Ardevrion, Fondatore del Primo Capitolo, era in origine uno schiavo al servizio di uno stregone tushicide, trasportato in segreto col suo padrone in Echirochia per mettere in atto uno dei tanti complotti destinati a distruggere l’intero Impero.

Nato in schiavitù a Neffferia, Adrevrion non aveva idea dell’esistenza di regni governati da quelli della sua specie. Tenutone all’oscuro per gran parte della sua permanenza in Echirochia, si rende conto della realtà solo dopo che l’Impero crolla nel 1957 dAh. Sfuggito al suo padrone prima che lo potesse usare come vittima sacrificale per un ultimo rituale, Adrevrion è sconvolto da ciò che ha indirettamente aiutato a compiere e, ancora solo sedicenne, si mette a capo di un gruppo di altri fuggiaschi e li guida contro gli agenti tushi di cui conosceva la locazione e gli stratagemmi.

Negli anni successivi, Adrevrion riunisce a sé altri giovani pronti a tutto per scacciare i rettiliani da Echirochia, ma è infine costretto ad abbandonare la Vecchia Capitale, ormai devastata dalla guerra civile e le stregonerie degli hiki-tushi. C’è un periodo durante cui il suo gruppo si affilia alla Legione Trensa, ormai divenuta un organo a se stante, ma, quando l’Alto Generale scopre che Adrevion stia insegnando arti oscure a nuove reclute e ne stia minando la fedeltà, ordisce un complotto per uccidere lui e tutti coloro che lo sopportano. Adrevion è in grado di fuggire insieme ad una piccola armata e trova appoggio dagli zeon di Egorbodende, che lo trasferiscono in una città-idolo xynos per qualche anno, dove continua ad addestrare i Primi Discepoli e recluta nuove truppe.

Nel 1978 dAh, Adrevion ritorna in Echirochia col suo esercito e si sottomette all’Eredità Chirochese, offrendosi di addestrare la prima generazione di Occultisti Reali mentre continua la sua guerra personale contro gli Emirati Rossi. Il conflitto procede per altri tredici anni, ma finisce per costare ad Adrevion la maggior parte dei suoi uomini ed essere gravemente ferito. Filierika, una donna travestitasi da uomo per combattere al suo fianco, salva il vecchio condottiero.

Adrevion, ormai compreso il suo errore, si ritira con i pochi discepoli superstiti a Qarica, dove, di fronte al Re Axandeo II Derraneon, al Primo Scienziato di Egorbodende, Obog Gayyru, e ad un potente Prefetto xynos, Glabrrero, detta a Filierika il Papiro della Fondazione, nel quale sono elencati tutti i dogmi fondamentali di quello che sarà definito il Patto d’Aurora.

L'Inverno della Fondazione

Adrevion muore nel 1991 dAh, subito dopo la fondazione del Primo Capitolo, incapace di riprendersi dalle ferite dell’ultima battaglia. Filierika è supportata da alcuni discepoli come possibile successore, ma molti si dichiarano a favore di Endronaco, luogotenente di Adrevion e in passato soldato della Legione Trensa. Endronaco riesce ad avere il supporto del Re chirochese e così Filierika è costretta ad un esilio, aiutata dagli zeon e dai suoi sostenitori ad abbandonare Quarica. Ancora oggi vi è una feroce disputa tra i membri del Primo e del Secondo capitolo riguardo quanto sia avvenuto durante l’inverno della Fondazione: i Mistici del Primo Capitolo affermano che Filierika e i suoi, incapaci di poter prendere il potere, hanno disertato, abbandonando Echirochia nel momento del bisogno; i Vetrosi del Secondo Capitolo invece affermano che Endronaco ed Axandeo abbiano cospirato per assassinare Filierika e i suoi discepoli, costringendola ad abbandonare la guerra.

Negli anni successivi i due Capitoli riprendono forma su percorsi diversi: Endronaco, stratega esperto e conoscitore degli arcani dei tushi, continua la guerra del suo predecessore, divenendo un braccio armato per l’Eredità Chirochese e portando avanti gli interessi di Axandeo ed i suoi successori in contemporanea. Filierika, ancora giovane, stabilisce il suo Capitolo ai confini dei Campi Idolatri, nei pressi della Foggofermata Zero, mettendosi al servizio come gruppo mercenario per la Vapovia e sfruttandone il supporto e i proventi per stringere nuove amicizie con gli xynos, i passeggeri umani e sintetici, e riciclare dalle vecchie rovine progenitrici. Dove Endronaco insegna i suoi discepoli ad usare tattiche di guerriglia, a infiltrarsi negli avamposti tushi e assassinarne gli stregoni nel sonno, Filierika cerca di recuperare i segreti perduti delle società vissute prima di loro su Geros IV, acquisendo poco per volta i rudimenti per la creazione degli Scheggiati.

Nel 2015 dAh, le forze congiunte di Legione Trensa ed Eredità Chirochese sono in marcia per distruggere Neffferia, protette dai ricognitori di Endronaco. Quando i tushi fanno scattare un’imboscata e stregano l’Alto Generale dei trensani, portando le due armate a scontrarsi le une alle altre, Filierika arriva in soccorso del Primo Capitolo, raggiungendo l’avamposto da cui gli stregoni tushi stavano operando la loro maledizione e uccidendoli. I due eredi di Adrevion s’incontrano sulle coste di Neffferia e decidono di riappacificarsi per il bene comune, adoperando i loro discepoli insieme alle forze superstiti degli eserciti echirochiani per distruggere la città-stato tushicide.

La Revisione Innominata

A seguito della vittoria, Filierika condivide quello che ha scoperto con Endronaco, ed Endronaco le tramanda alcuni degli insegnamenti di Adrevion, ma una riconciliazione definitiva è impossibile per i due condottieri, che decidono infine di dividere i propri discepoli in due Capitoli, due entità alleate e unite in uno scopo comune, ma distinte nei mezzi tramite cui raggiungerlo. Filierika viene messa a protezione del portale Phokalyd e inizia a studiarlo, mentre Endronaco ritorna a Quarica per proteggere l’Eredità e dare la caccia ai tushi fuggitivi.

Gli anni passano ed il numero di discepoli dei due Capitoli cresce. Filierika, morta per cause naturali, viene succeduta da uno Scheggiato umano di nome Taksesio, che guida con moderazione e saggezza il Secondo Capitolo per trent’anni prima di essere vittima di un’imboscata su un pianeta lontano. Sfortunatamente, tale è il numero di impianti in Taksesio che il suo cadavere viene consumato e sostituito da un cyberworme, che ritorna attraverso il portale Phokalyd e continua a governare il Secondo Capitolo per quattro anni prima di essere scoperto e ucciso da un membro del Primo Capitolo nel 2059 dAh. Il capo del Primo Capitolo, Eloriko Derraneon, realizzato il rischio, decide di modificare il Papiro della Fondazione, ma molti discepoli, sia del Primo sia del Secondo Capitolo, si oppongono all’idea, causando una guerra civile all’interno del Patto d’Aurora. L’Eredità Chirochese interviene a supporto di Eloriko ed entrambi i Capitoli finiscono per essere decimati. Eloriko riscrive dunque il Papiro, distruggendo la copia originale e facendo giurare a tutti i discepoli superstiti di non rivelare mai quali dogmi siano stati aggiunti, di modo che siano tutti trattati con lo stesso rispetto.

Eloriko continua a governare su entrambi i Capitoli per dodici anni, prima di morire in battaglia contro i tushi. La casata dei Derraneon tenta di mantenere il controllo diretto sul Patto d’Aurora, influenzando le successive elezioni, ma finisce solo per creare astio tra i discepoli e l’Eredità Chirochese.

Il Tradimento Chirochese

Nel 2087 dAh cade l’ultima città-stato degli Emirati Rossi, Ni’ji’ssssaffa; come in passato, i discepoli d’Aurora si apprestano a guidare lo sterminio della popolazione locale, ma i membri sirenoidi e atlaseani dell’alleanza echirochiana si oppongono alla decisione. L’Eredità Chirochese viene chiamata a supporto del Patto d’Aurora, ma decide di schierarsi contro di esso. Usando l’occasione per rimuovere il Secondo Capitolo dal controllo diretto sul teletrasportatore Phokalyd.

Distanziati dai governi umani locali e con la minaccia dei tushi non più imminente, molti degli Scheggiati iniziano a rivolgersi verso i pianeti circostanti, continuando ad ampliare i loro studi e armamentario. Soltanto una fazione all’interno del Primo Capitolo continua ad ostinarsi nell’estirpazione dei tushicidi e il mantenimento di un’influenza politica e culturale sull’Eredità Chirochese. È questo gruppo di discepoli che, nel 2171 dAh, commette un massacro di ghepprin e leselin durante il quale vengono accidentalmente uccisi anche dei bambini umani. Il massacro viene capitalizzato dalla Corona Chirochese per espellere del tutto i Capitoli del Patto. Il gruppo di discepoli radicali, per far ammenda a ciò che hanno causato, decidono di separarsi dal Primo Capitolo, di modo da far sì che la loro reputazione non inquinasse il Primo Capitolo; il loro capo, Kerliendro, li guida a costituire il Terzo.

La diffusione del Patto

L’abbandono di Geros IV rende per la prima volta il Patto d’Aurora un’organizzazione del tutto nomadica, forma che manterrà in gran parte per il resto della propria storia. Passando per vari pianeti, i tre Capitoli raggruppano centinaia di nuove reclute e poco per volta nuovi Capitoli vengono formati, sviluppando le loro usanze. Alcuni tra loro tendono di rimanere conservatori, su modello del Primo, altri si diversificano; per quanto tutti rimangano ostili ai rettiliani, molti cominciano ad ampliare ulteriormente le proprie funzioni, difendendo nuove popolazioni da altre creature magiche o presunte innaturali.

Nel 2250 dAh, il Patto entra per la prima volta in contatto con i membri dell’Alleanza Cthuàn ed una nuova e violenta inimicizia sorge nei confronti di questi alieni, scatenando conflitti su più sistemi. Per quanto privi di armate, i discepoli del Patto d’Aurora sono ormai divenuti una forza altamente addestrata e ben equipaggiata, che, tramite espedienti e infiltrazioni, è capace di mettere in difficoltà interi eserciti.

Caratteristiche

Organizzazione

Nel corso della loro storia, ci sono stati diversi tentativi da parte dei capi di vari Capitoli di unificare il Patto d’Aurora, ma nessuno è mai risultato in più di un paio di Capitoli temporaneamente sotto il controllo di uno stesso individuo. Per quanto molti Capitoli siano pronti ad accorrere in soccorso dei loro confratelli in battaglia, le differenze che provocano la creazione di diversi Capitoli tendono a renderli incapaci di cooperare per lungo tempo.

Ogni Capitolo osserva i dogmi del Papiro di Fondazione, a cui si aggiungono i dettami del Biblafeed, un resoconto creato dal Santo Fondatore di quello specifico Capitolo.

Ogni Capitolo è definito in due branche parallele, gli Occultisti e gli Scheggiati; per quanto vi siano eccezioni alla regola, di fatto in ogni Capitolo una delle due branche tende a essere dominante, solitamente quella cui apparteneva il Santo Fondatore. Gli Occultisti sono studiosi di tecnologia aliena e magia; il loro compito è riconoscere conoscenze pericolose da distruggere e rinvenire conoscenze utili da mettere al servizio del Capitolo ed eventualmente diffondere al resto del Patto d’Aurora. Gli Scheggiati sono invece guerrieri e ricognitori adoperati in campo per la ricerca e il recupero di tali conoscenze e artefatti e per l’eliminazione di creature dannose ai Sopravvissuti.

Sin dalla falsa scissione delle Devianti nel 2272 dAh, i discepoli hanno assunto un atteggiamento sempre più reticente riguardo alla creazione di nuovi Capitoli, al punto che alcuni si siano trovati in conflitti civili interni dove prima due gruppi di differenti ideologie avrebbero semplicemente continuato ciascuno per la loro strada. Ciò ha portato ad una perdita parziale nell’elasticità e adattabilità dell’organizzazione, ma, a lungo andare, ne ha rafforzato ed esteso le componenti.

Alcuni Capitoli accettano volontari che dimostrino capacità adeguate, altri impongono reclutamenti forzati e altri ancora si limitano a tramandare le loro conoscenze ai figli dei loro stessi discepoli. Le reclute sono solitamente accettate solo in gioventù, per quanto alcuni Capitoli facciano eccezioni, e subiscono un addestramento di base di cinque anni, dopodiché sono considerate discepoli neofiti. Altri ranghi intermedi possono svilupparsi nelle gerarchie di un Capitolo a seconda dei casi, ma tendenzialmente il vertice è occupato da un capo degli Occultisti ed uno degli Scheggiati. Tutte le cariche sono a vita, a meno che incapacità o mancanze risultino in una rimozione o sospensione dai doveri.

Per quanto gli Scheggiati siano i più famosi per tale pratica, è tradizione della maggior parte dei Capitoli far sì che, ad ogni progressione nella gerarchia, un discepolo sia ricompensato con una “scheggia” di conoscenza progenitrice, dono che spesso si traduce in impianti cybernetici di qualche genere che affinano i sensi o le capacità mentali del discepolo stesso.

Dogmi

Con questo patto mescoliamo il sangue di umani e alieni,
affinché la nostra lotta possa vederci prosperare sotto una nuova aurora.
Con questo patto dichiariamo amicizia e accoglienza
a tutti coloro che sono determinati e di animo puro.
Con questo patto rinneghiamo il dominio degli incubi
e delle spire degli scagliosi e dei mostri che si nascondono nelle tenebre.
Con questo patto rinneghiamo le stregonerie, i sigilli e le maledizioni,
giurando di mai incantare o plagiare le menti degli indifesi.
Con questo patto riconosciamo la supremazia di luce e ragione
su inganni e costrizioni innaturali.
Tramite l’accettazione di questo scritto, dichiariamo guerra eterna alle forze del male,
intessitrici d’inganni e dominatrici della notte.

Il Papiro della Fondazione è il documento sacro più importante per ogni Capitolo e quello a cui ogni Capitolo deve attenersi rigorosamente. L’unica situazione in cui un Capitolo è giustificato a intervenire negli affari di un altro è quando vi è sospetto di deviazione dai dettami del Papiro di Fondazione.

In aggiunta, ogni Capitolo ha il proprio Biblafeed, una lista di leggi e proposizioni che lo differenziano dagli altri capitoli. A differenza del Papiro, il Biblafeed può essere ampliato o modificato in qualunque momento dai capi del Capitolo, ma simili modifiche hanno bisogno di essere discusse a lungo ed approvate anche dai membri veterani. Alcuni Capitoli hanno come tradizione l’impianto di una scheggia Biblafeed nel midollo spinale dei propri discepoli, tramite cui le leggi locali vengono trasmesse in un flusso ininterrotto nelle menti dei vari membri.

I Biblafeed possono cambiare profondamente da Capitolo a Capitolo, ma non possono contraddire i precetti del Papiro di Fondazione. In aggiunta, molti Capitoli rimangono per certi versi influenzati dai dettami della cultura chirochese da cui discendono o sono altrimenti condizionati da altre culture cui vengono a contatto per periodi prolungati.

Cultura

Ogni Fondatore è stato col tempo canonizzato dai suoi successori, i suoi resti conservati con cura nella base principale del Capitolo, sotto osservazione costante degli stessi capi. In generale, tutti i resti dei discepoli di un Capitolo vanno congelati e conservati nella base principale o, in alternativa estrema, bruciati. Abbandonare il cadavere di un membro del Capitolo è considerato un atto ignobile, poiché il corpo può ritornare in forma di non morto o essere usato per altre stregonerie. La cremazione è adoperata come mezzo estremo, a seguito di cui le ceneri vanno conservate in luogo del corpo stesso; riuscire a riportare al Capitolo il corpo intatto di un discepolo caduto di modo che possa essere preservato intonso è l’esito preferibile, poiché è credenza comune che, finché il corpo è intatto e visibile e le gesta del discepolo sono ricordate, il suo spirito continuerà a combattere i rettiliani nella Città dei Sogni stessa.

Capitoli di Rilievo

Primo Capitolo

I Mistici Puri hanno abbandonato ormai da tempo la posizione di Capitolo più numeroso e influente, ma continuano ad essere rispettati e riveriti da molti dei più recenti. Fondato da Ardevrion, il Capitolo ha cercato di rimanere quanto più fedele possibile ai propri precetti, ma ha poco per volta dovuto cedere e scendere a compromessi nel corso degli anni. Attualmente contiene la schiera di Occultisti più esperti del Patto d’Aurora per quanto riguarda le materie arcane, gelosamente custodite e tramandate esclusivamente per via orale.

Nel passare dei secoli il Capitolo si è aperto a donne e zeon, ma tende a guardare con sospetto altri alieni e ad evitare del tutto sintetici e creature magiche d’ogni tipo. I suoi Scheggiati tendono ad accettare volontari testati, ma impongono il celibato ai suoi membri.

Secondo Capitolo

Fondato da Filierika, il Capitolo dei Vetrosi si basa prevalentemente sulla ricerca e lo studio di tecnologie progenitrici che possano aiutare gli umanoidi a difendersi da tushi e altre creature sovrannaturali. Governato dagli Scheggiati, spesso caratterizzati da completi esoscheletri cybernetici a coprirne l’intero corpo.

Il Capitolo accetta sia uomini sia donne e può avere sintetici al proprio servizio, per quanto non siano considerati membri di pari grado rispetto agli umani. Un tempo più variegato, il Capitolo si è distanziato da zeon e xynos. I suoi appartenenti sono liberi di sposarsi tra loro, ma non con estranei, e tendono ad addestrare i loro stessi figli, per quanto accettino anche volontari esterni con regolarità.

Terzo Capitolo

Fondato da Kerliendro, il Capitolo dei Dolenti si è distaccato dal Primo Capitolo in penitenza per aver causato l’espulsione dei discepoli d’Aurora da Geros IV. Sin da quel momento, ha cercato di attenersi quanto più possibile ai dogmi originali dei Primi Discepoli, di conseguenza è il primo tra i Capitoli che hanno inavvertitamente diffuso lo stereotipo del Patto d’Alba quale organizzazione regressiva e dispotica. Governato dagli Scheggiati, è focalizzato esclusivamente alla terminazione di tushi e altre creature simili.

Il Capitolo accetta solo uomini, non tollerando né donne umane né appartenenti a qualunque altra specie, organici o sintetici che siano. Volontari sono accettati, ma le prove per entrare a far parte del Capitolo sono tra le più severe.

Settimo Capitolo

Fondato da Bur-jog, uno zeon, il Capitolo dei Redenti è nato principalmente per assecondare le necessità del crescente numero di minoranze aliene nel Patto d’Aurora. Creato per essere il più inclusivo possibile, è stato visto da molti Capitoli come una fazione deviante, specialmente a seguito del suo pericoloso avvicinamento a sintetici della Tetriocla. A differenza di altri Capitoli, la separazione tra Occultisti e Scheggiati tra i Redenti è meno netta.

Il Capitolo accetta sia uomini sia donne e qualunque razza aliena o sintetica, comprese creature d’ascendenza magica come broggan e leselin, perfino qualche virkana redento; gli unici ad essere rigorosamente esclusi sono coloro che hanno ascendenza rettiliana. Il Capitolo accetta prevalentemente volontari, ma non si trattiene dal reclutare forzatamente di tanto in tanto.

Quattordicesimo Capitolo

Fondato da Versatorico, il Capitolo dei Ritornati è stato costruito esclusivamente per tenere sotto osservazione il sistema Geroseo. Per tale ragione è tra i Capitoli più stabili e numerosi; è anche uno dei rari Capitoli nei quali Scheggiati e Occultisti governano in parità e concordia.

Il Capitolo accetta sia uomini sia donne, accetta sintetici e razze aliene come gli zeon con senza troppi pregiudizi, ma ha difficoltà ad includere altri alieni più esotici e creature magiche come i broggan. Il Capitolo accetta esclusivamente volontari, ma riceve anche di tanto in tanto Scheggiati riassegnati da altri Capitoli in dono, affinché servano da guarnigione al sistema d’origine del Patto.

Ventunesimo Capitolo

Fondato da Eliclerno, il Capitolo dei Manti Stellati è nato a seguito di una crisi di successione dinastica nel Ventesimo Capitolo. Dominato dagli Occultisti, il Capitolo è composto in prevalenza da umani e si specializza in operazioni spionistiche e tecnologia d’occultamento.

Il Capitolo accetta sia uomini sia donne, per quanto vi sia una certa discriminazione per le seconde, e, in casi più rari, sintetici e alieni umanoidi non magici. Data la sua origine, è tradizione comune tramandare dinasticamente la propria carica per i suoi appartenenti, per quanto volontari possano essere accettati occasionalmente.

Ventiquattresimo Capitolo

Fondato da Ethra Setinzio II, il Capitolo del Sole Nascente è nato per incompatibilità di metodo col Ventitreesimo. Dominato dagli Scheggiati, è estremamente militaristico e aggressivo, specializzato in tecnologia di potenziamento fisico e arte della guerra.

Il Capitolo accetta sia uomini sia donne e, in casi eccezionali, sintetici, ma non tollera alieni di alcun tipo. Per quanto i suoi membri siano incoraggiati a produrre eredi, rapporti tra Scheggiati sono proibiti.

Ventisettesimo Capitolo

Fondato da Alandra, il Capitolo delle Devianti ha avuto una delle storie più burrascose, essendo inizialmente bollato come apocrifo per i propri precetti controversi e poi ancora per aver provocato una falsa scissione nel 2272 dAh. Il Capitolo è riuscito alla fine a ristabilire la propria legittimità nei confronti delle altre frazioni, ma non ne ha mai recuperato del tutto il rispetto.

Il Capitolo accetta unicamente donne e prevalentemente umani, facendo poche eccezioni per zeon, sirenoidi e xynos, ma evitando sintetici e creature d’ascendenza magica. Il Capitolo tende ad avere un atteggiamento secretivo nei confronti dei governi planetari ed i suoi agenti prelevano potenziali reclute per presentare loro la possibilità d’inclusione in privato.